ISCHIA, PRESENTATA SABATO L’ASSOCIAZIONE “ARTEMISIA – UNA VOCE PER L’ANORESSIA”

Artemisia associazionedi Anna Lamonaca

ISCHIA – Nel pomeriggio di sabato presso il cinema Excelsior di Ischia è nata l’associazione “Artemisia” una voce per l’ anoressia. Tante persone, veramente tante, hanno voluto partecipare a questa iniziativa così importante che creerà un valido aiuto a tante famiglie che spesso si sentono sole e disorientate nella lotta contro i disturbi alimentari. Il prof. Paolo Massa che ne è il presidente, uomo dal grande spessore umano, ha fatto della sua battaglia d’amore per sua figlia “Misia” un punto di riferimento per molti con la speranza che questa sua iniziativa possa costruire quel ponte tra istituzioni, famiglie e sanità che è mancato molto spesso non solo nella battaglia contro l’anoressia, ma anche a sostegno delle lotte contro tutti i disturbi alimentari.

ArtemisiaPresenti in sala Il Dottor Umberto Volpe,  responsabile del centro DCA del secondo Policlinico di Napoli che ha spiegato con termini medici i sintomi di molti disturbi alimentari spesso ignorati da tanti che pensano soltanto all’anoressia e bulimia, il Vicequestore di Ischia Alberto Mannelli che ha posto l’accento sul ruolo della Polizia Postale nel controllo e nell’oscuramento di alcuni siti internet che creano false speranze in giovani malati fornendo loro senza nessun supporto medico consigli su cosa mangiare e su come dimagrire. Intervenuta al dibattito anche la Dottoressa Maria Rosaria Cuzzocrea, da anni impegnata nello studio di obesità e prevenzione clinica dei disturbi alimentari nel consultorio materno – infantile di Ischia che ha sottolineato l’importanza della cooperazione tra i medici e gli psicologi nella cura di queste malattie e molti genitori coraggiosi tra cui mamma Cinzia che insieme a tante altre persone ogni giorno partecipa attivamente affinché i centri per la cura e l’accoglienza di questi ragazzi restino aperti in quanto uniche strutture specializzate nei DCA, affermando che spesso i primi segnali possono comparire sia nella prima infanzia che nell’adolescenza con dei comportamenti anomali, vengono sottovalutati, ma essi sono riconoscibili.

Artemisia2Paolo Massa ha tenuto a ribadire l’importanza di fare gruppo in questo tipo di battaglie, ha invitato tutta la cittadinanza ad aderire all’associazione perché tante persone insieme possono far crollare il muro dell’indifferenza, non è importante l’aspetto economico in questo tipo di battaglie, non a caso per iscriversi bastano solo 2 euro, fondamentale è l’unione che fa la forza, è la conoscenza, la cultura e la collaborazione tra associazioni, istituzioni scolastiche, medici di base, psicologi ed internisti. L’esperienza di “Misia” non deve essere dimenticata, di anoressia si muore e si può fare tanto per impedire che succeda ancora, in una società come quella di oggi basata sull’apparenza e sul controllo non deve accadere mai più. A giudicare dalle risposte in numero di presenze ottenute al battesimo dell’associazione, anche da parte delle istituzioni, presenti in sala il Sindaco di Barano Paolino Buono, il consigliere Tony Buono, il vice sindaco di Ischia Enzo Ferrandino, Davide Conte, Gianluca Trani  e tantissimi altri si può dire che la voce di Artemisia è forte, è potente, ha scosso le coscienze di molti che hanno voluto partecipare e stringersi intorno a queste famiglie che ogni giorno con coraggio e con pazienza non si arrendono.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*